Territorio e biodiversità

Lo sviluppo delle infrastrutture di trasporto riveste un ruolo delicato nei confronti della biodiversità, in quanto può causare perdita di habitat, frammentare gli ecosistemi, incrementare la mortalità per alcune specie e provocare altre ricadute negative nei confronti della diversità biologica. Rendere sostenibile lo sviluppo delle infrastrutture significa, tra l’altro:

  • prevenire: evitare di costruire infrastrutture non necessarie e, soprattutto, non coinvolgere le zone dove sono presenti aree protette;
  • mitigare: ridurre gli impatti al minimo, laddove non si riesca a prevenire, con misure opportune (sottopassi, sovrappassi, recinzioni);
  • compensare: ristabilire il valore complessivo di biodiversità, che è stato perso a causa della realizzazione dell’infrastruttura, attraverso ripristini ecosistemici, ricreando altrove ambienti alternativi.

Il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane è consapevole della fragilità degli ecosistemi nei quali sviluppa le proprie attività e per questo motivo ha dato la massima priorità a quest’aspetto.