Innovazione

L'innovazione in Ferrovie dello Stato Italiane: intervista a Gianluigi Castelli, Presidente FS Italiane

Siamo impegnati nella ricerca e nello sviluppo, promuovendo l'innovazione e la tecnologia ferroviaria: ne sono la prova il nuovo treno ad alta velocità Frecciarossa 1000 e la nuova flotta di treni regionali.

Di recente inaugurazione è la Stazione Alta Velocità di Napoli Afragola, un’infrastruttura moderna e funzionale che punta all’implementazione dei servizi di alta velocità e allo sviluppo del territorio, con particolare attenzione alla mobilità integrata. Con l'attivazione della seconda fase prevista nel 2022, il nuovo scalo diventerà il nodo di interscambio tra l’Alta Velocità Torino - Salerno, la nuova linea Napoli - Bari, la Circumvesuviana e i treni regionali da e per Caserta, Benevento e Napoli Nord Afragola.  

Il rinnovo della flotta Trenitalia iniziato con i treni Swing e Jazz, prosegue mantenendo caratteristiche tecniche, altamente innovativesoprattutto in termini di sicurezza, accessibilità e comfort. Entro il 2021, sostituiremo il 70% della flotta regionale garantendo ai pendolari nuove esperienze di viaggio, in linea con le loro esigenze di mobilità.

Inoltre, siamo da sempre molto attenti al tema della sicurezza, dotando la rete e i treni delle tecnologie più moderne al mondo. Soluzioni e dispositivi altamente innovativi tra cui la tecnologia IoT di SAP® rappresentano un modello di eccellenza operativa, garantendo un'esperienza di viaggio più efficace, sostenibile e veloce. Big Data, iperconnettività e ottimizzazione dei processi applicati alla manutenzione predittiva contribuiscono, tra l'altro, alla riduzione dei costi operativi e ad ottimizzare il ciclo di vita dei mezzi. 

Ma la sicurezza della circolazione non è l'unico ambito in cui siamo attivi quotidianamente. Quella delle persone e del personale a bordo treno e in stazione ci vede allo stesso modo coinvolti in prima persona. Negli ultimi tre anni risultati positivi sono stati conseguiti grazie al potenziamento degli impianti di videosorveglianza per la protezione dei gate di accesso ferroviari.

«FS Italiane, ogni anno, investe circa il 13% dei propri utili in ricerca e sviluppo e abbiamo proprio di recente rafforzato la collaborazione con università e centri di ricerca, in un percorso di continua innovazione».

GIANFRANCO BATTISTI, AD E DG DEL GRUPPO FS ITALIANE