FS Italiane e le Ferrovie russe (RZD) rafforzano l’intesa per lo sviluppo del traffico merci e della logistica

24 aprile 2020

In questi giorni, FS Italiane e le Ferrovie russe (RZD) hanno concordato di dare un nuovo, immediato e forte impulso al traffico merci tra i due Paesi e da e per la Cina.

La difficile situazione economica globale senza precedenti, causata dall’emergenza sanitaria COVID-19, richiede infatti che enti governativi e imprese di tutti i Paesi lavorino insieme per contribuire al sostegno dell’economia e della società civile, garantendo la fornitura di servizi di trasporto efficienti.

All’interno di questo scenario si colloca dunque l’intesa tra i Ministeri dei Trasporti russo e italiano, che si impegnano a intensificare gli sforzi e ad accrescere il ruolo del sistema ferroviario nel trasporto di merci funzionali alle attività industriali, sostenendo la media e la grande distribuzione con particolare attenzione alle merci di primaria necessità.

FS Italiane e RZD avevano già attivato la cooperazione con i Memorandum of Understanding (MoU) sottoscritti nel febbraio 2018 e luglio 2016. Questi accordi hanno posto le basi per una concreta cooperazione in diversi ambiti: incremento del traffico merci e della logistica, sviluppo della rete e delle stazioni ferroviarie russe, cooperazione nell'ambito di Paesi terzi. È seguita poi la creazione di un gruppo di lavoro operativo, che ha coinvolto anche FS International, Italferr e Mercitalia, consentendo di avviare rapidamente le attività per implementare e avviare i primi progetti. Nell’ultima riunione, svoltasi il 20 febbraio 2020, sono state identificate le modalità e gli ambiti di intervento per lo sviluppo del traffico merci e della logistica tra Italia e Russia, sia come punti di origine e destinazione sia come transito da e per la Cina, attraverso gli itinerari della “Via della Seta".

Queste attività si aggiungono alla cooperazione già in essere tra RZD e il Gruppo FS Italiane, il quale, con la controllata Italferr, sta contribuendo allo sviluppo e all’upgrade dell’infrastruttura ferroviaria serba. Allo stesso tempo, tramite Italferr e Italcertifer, il Gruppo è in procinto di attivare ulteriori collaborazioni per lo sviluppo delle nuove “Dedicated Super Speed Routes” in Russia.