Cooperazione di FS International e Italferr con le Ferrovie Russe (RZD)

Roma, 12 aprile 2019

Lo scorso 10 aprile si è tenuto a Roma l’incontro periodico del Gruppo di Lavoro sui Trasporti del Consiglio Italo-Russo per la Cooperazione Economica, Industriale e Finanziaria, di cui FS Italiane è membro. I rappresentanti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Italiano e del Ministero dei Trasporti della Federazione Russa hanno guidato questo meeting, anticipato il giorno precedente da una riunione tecnica tra FS Italiane e RZD (Rossijskie Železnye Dorogi, le Ferrovie Russe).

La delegazione italiana era composta, tra gli altri, da Enrico Maria Pujia, Direttore Generale Trasporto e Infrastrutture Ferroviarie e Presidente della Delegazione Italiana, e per FS Italiane da Giovanni Rocca, Senior Vice President, FS International. Della delegazione russa facevano parte, tra gli altri, Tokarev Vladimir Alexandrovich, Vice Ministro dei Trasporti della Federazione Russa e Presidente della parte russa del Gruppo di Lavoro, e Alexander Misharin, First Vice President di RZD.

Questo incontro ha rappresentato per FS International una importante e fruttuosa occasione in cui è stato possibile fare il punto sulla cooperazione tra FS Italiane e RZD (MoU di luglio 2016 e MoU di febbraio 2018), che include:

  • lo sviluppo del traffico merci (logistica e trasporto combinato) lungo la direttrice Italia - Russia - Cina;
  • lo sviluppo commerciale delle stazioni ferroviarie russe;
  • la cooperazione nell'ambito di Paesi terzi.

A margine dell’evento, Italferr, rappresentata da Aldo Isi, Amministratore Delegato e Direttore Generale, e da Admir Nocaj, Direttore Sviluppo Mercato ed Estero, ha sottoscritto due importanti contratti, per conto di un consorzio di aziende italiane, con RZD International (controllata di RZD).

Le attività oggetto del contratto consistono nell’assistenza tecnica, verifica della progettazione e supervisione lavori sia della linea Stara Pazova - Novi Sad (Serbia) sia del “Nuovo Posto Centrale di Comando e Controllo” dell’intera rete ferroviaria serba, situato a Belgrado.

I due contratti, del valore complessivo di circa 4,8 milioni di euro, vanno a consolidare il portafoglio di Italferr in Serbia.