Pietrarsa Express, prossimo appuntamento il 17 marzo

Recarsi al Museo di Pietrarsa vivendo l’emozione di un viaggio a bordo di carrozze d’epoca "Centoporte" e “Corbellini”, trainate da una coppia di locomotive elettriche E626. Grazie al “Pietrarsa Express”, i turisti avranno modo di raggiungere il sito museale scegliendo tra la coppia di corse della mattina e del pomeriggio. L'itinerario proseguirà con la visita libera del Museo di Pietrarsa, inclusa nel biglietto ferroviario.

È possibile acquistare i biglietti attraverso tutti i canali di vendita Trenitalia: sul sito, presso le biglietterie e le self service in stazione, nelle agenzie di viaggio abilitate

Carrozze viaggiatori "Centoporte"

Nate nel 1930 come carrozze di terza classe per il traffico pendolare, sono soprannominate“Centoporte” per via dei numerosi sportelli di accesso presenti su ogni fiancata, in modo da velocizzare la salita e discesa dei viaggiatori.

Molto spartane, suddivise in quattro ambienti a salone con sedili di legno e riscaldamento a vapore, hanno prestato servizio in ogni angolo della Rete fino ai primi anni ’80. Alcuni esemplari, durante la Seconda Guerra Mondiale, sono state trasformati in carrozze barellate per il trasporto dei feriti.

Corbellini

Queste carrozze sono state progettate nel secondo dopoguerra in seguito alla necessità di introdurre vetture più moderne per treni pendolari. Soprannominate Corbellini” dal nome del Ministro dei Trasporti dell’epoca, Guido Corbellini, sono dotate di un ampio vestibolo centrale che consente un rapido accesso ai viaggiatori.

L’interno, molto semplice e funzionale, è suddiviso in due ambienti a salone, dotati di sedili in legno rivestiti da una leggera imbottitura e riscaldati elettricamente o a vapore. Questi veicoli, realizzati in due distinte serie a due assi oppure a carrelli, hanno prestato servizio in tutta Italia fino alla metà degli anni ’80.