Furti in diminuzione sui treni e nelle stazioni

Grazie alle misure di sicurezza introdotte con il progetto “Gate” e al rapporto di sinergia sviluppato con la Polizia Ferroviaria

Roma, 4 agosto 2016

Il risultato, tranquillizzante per chi si sposta in questi giorni di esodo, è stato raggiunto grazie alle misure di sicurezza introdotte dal Gruppo FS con il progetto “Gate” ed al rapporto di sinergia sviluppato con la Polizia Ferroviaria. 

Nel primo semestre 2016 i furti a danno dei viaggiatori a bordo dei treni sono diminuiti del 21 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno

Anche nelle stazioni si registra un calo significativo, con una flessione del 36,4 per cento rispetto al primo semestre 2015. In particolare, nei grandi scali ferroviari di Roma Termini e Milano Centrale, ma anche Firenze Santa Maria Novella, dove il flusso dei viaggiatori nei momenti di esodo può arrivare a picchi considerevoli , il progetto “Gate” ha permesso di ottenere la pressoché totale scomparsa di borseggiatori, soggetti dediti ad attività illecite e questuanti molesti. 

Il progetto “Gate”, introdotto nei primi mesi dello scorso anno, consente una gestione ottimale dei flussi di viaggiatori grazie alla corretta disposizione dei varchi di accesso presidiati dal personale della Protezione Aziendale di Rete Ferroviaria Italiana, all’efficacia del sistema di informazioni al pubblico e all’implementazione dei sistemi di videosorveglianza: tre fattori che hanno innalzato in modo significativo il generale livello di sicurezza nell’ambito delle principali stazioni ferroviarie.

Allegati

Condividi:
Condividi su Linkedin